domenica 26 febbraio 2017

POST AL CONTRARIO

C'è questa cosa qui...allo stomaco..una sorta di inquietudine a cui inconsciamente mi oppongo.
Mi accompagna un pò da tempo.... e quando provo a pensare a te poi diventa un morso.
Una fitta acuta. Senza dolore. Quasi piacevole.
È che non me lo so spiegare.
È che vorrei sapere se anche tu ce l'hai...se ti prende forte quando pensi a me.
Ecco. Ce l'ho in questo momento . Ora che scrivo.
Pare che , con la primavera, si sia svegliato fortemente il ricordo di te.
Ieri, per esempio...mentre mi addormentavo,  mi sembrava di averti vicino. Chi mi ha vista dice che avevo il sorriso sulle labbra .
Oggi invece,  la panchina dove mi sedevo con te era illuminata e scaldata da un insolito sole di febbraio.
Conto i mesi.. conto il periodo prima te e dopo te. Come se il  prima non fosse nulla.. e il tutto dopo. E mi sento stranamente divisa in due: una parte di me sgrida l'altra che come una Penelope aspetta senza tela.
È quasi di nuovo primavera. Un nuovo sorriso si affaccia ... lo seguo...senza sapere dove mi porterà.


mercoledì 22 febbraio 2017

QUASI PRIMO MARZO.

Una giornata di sole, forse la prima, dopo tanto freddo , tanta pioggia.
Mi scaldo la schiena,  girata verso i suoi raggi... un brivido di piacere mi attraversa:  bentornato sole!
Solo ora mi accorgo di quanto mi sei mancato!  Tu, illumini le mie giornate, illumini la parte più profonda di me, rendendola gioiosa.
Un deciso cinguettìo pare confermare ciò che penso.
Ho voglia di muovermi, ho voglia di rossetto e smalto sulle unghie.
Ho voglia di colore addosso e sguardi.
Ho voglia di musica e finestre aperte ... ho voglia di sorrisi e voglia di risate ..insieme..per celebrare la primavera che sento ..è già ....
Ho voglia di voci lontane .. quelle che mi scaldavano al pari del sole.
Ho voglia di mani ... di odore buono e odore che eccita.
Ho voglia di nascondermi per poi essere trovata... come una bimba che gioca .
Ho voglia di fiori , tanti ...sul davanzale...e quadri ...di girasoli...come nel migliore dei Van Gogh.
Ho voglia di mare .... del suo odore salmastro ... e del rumore calmante delle onde.
Ho voglia di te.
Una giornata di sole,  la prima , dopo tanto freddo... mi lascio andare agli eventi.
Quelli che portano bene, lo so.. ho perso il controllo. E forse era tempo.

martedì 14 febbraio 2017

HAPPY VALENTINE.

È nel giorno dedicato all'amore che mi trovo a fare queste considerazioni.
Troppo tempo e il tuo volto già sbiadito.
Restano le sensazioni,  meravigliose , di come ero io,  con te.
Mi piacevo molto, sai?
Molti visi, mani, bocche , dopo te.  Passaggi , per entrare in connessione con me...per capire, svuotare,  aggiungere e poi togliere.
Prima di te, un letargo. Assonnata salutavo la Vita. Dal mio vetro, osservavo le primavere degli altri.
Tu. Mi sveglio e tutto inizia ad avere un centro. Il mio centro. In me.
Cos'ho pensato, fatto...progettato?  Via gli schemi ormai marci...tutto rinasce.
La mia preghiera, ora , è che io abbia portato in te altrettanta consapevolezza. Che la mia leggerezza abbia spazzato via il tuo vivere pesante, i tuoi fardelli , i tuoi obblighi . Che il mio sorriso possa averti scaldato il cuore e continui a farlo...nonostante la distanza.
Che ..pensando alla mia pelle, tu possa sentirne ancora l'odore...
Che ..pensando a me...tu sorrida ovunque ti trovi.
Fuori, il mio albero dalle foglie a cuore aspetta che il sole lo accarezzi..per ricambiare l'amore e germogliare.
Un nuovo inizio.  Per me. Per te. ❤