sabato 3 gennaio 2015

À MÒSSA À MOSSA le polpette di melanzane di zia Stella.

Zia Stella la chiamavamo "carabbiniera" per il suo carattere un pò rigido,tendente al comando.
Di lei ho ricordi di bambina: la osservavo mentre di fronte al grande specchio si cotonava i lunghi capelli neri....e li raccoglieva in una perfetta coda di cavallo.
Era schietta e diretta...per nulla timida....per nulla introversa,...come invece lo era la sorella, Giuseppa..per tutti Pupa.
Tra i nipoti..per lei ero una dei preferiti.....aveva sempre un dolcetto da parte per me. Avevo anche  la sua difesa assicurata ,quando mia madre effettuava le sue punizioni. ....mi sentivo al sicuro.
In effetti, pensandoci..per i miei nipoti non sono che un decimo di ciò che è stata zia Stella per me. Sono una zia scellerata, io..   :-)
Il suo motto era "futtitinni" ( fregatene ) e me lo sussurrava sotto forma di filastrocca messinese ogni volta che mi vedeva triste o arrabbiata. Mi par di sentirla ancora. ..
Zia Stella era anche una brava cuoca, non particolarmente creativa come il mio papà. ..ma brava .
Mitiche erano le sue polpette di melanzane...una bontà casalinga che non smettevi di trangugiare!   Io ne mangiavo anche 10 di seguito..rigorosamente fredde!
Ecco la ricetta.
Ingredienti : una melanzana scura.
Un uovo intero.
100 gr di parmigiano grattugiato.
50 gr di pan grattato
Un pizzico di pepe nero,( facoltativo )
Sale qb
Prezzemolo
Aglio (facoltativo )

Lavare la melanzana e dopo aver eliminato le estremità, tagliarla grossolanamente. Lessarla in poca acqua fredda. Deve risultare quasi poltiglia.  Ora, su questo procedimento. .qualcuno avrà da ridire. Che no, la melanzana và cotta in forno, ...che si lavorerà poi solo la polpa..che la melanzana in acqua assorbirà appunto troppa acqua.(me lo diceva l' ex collaboratore e collega)
Ora,..ovviamente ognuno cucina come gli pare :-)  io seguo la ricetta della zia....che include nell'impasto anche la buccia della melanzana! 
Tornando a noi....dopo la cottura, la melanzana và scolata e pressata,per far uscire il liquido accumulato. Non troppo,perché si rischia di perdere anche la polpa!
Dopo aver fatto raffreddare, impastare la melanzana con gli altri ingredienti.  Deve risultare un impasto morbido, ma non molliccio  :-D
Dare poi la forma che si desidera..tonda , tonda e schiacciata. ..la zia dava loro  la forma allungata.
E poi si friggono. E, se riuscite a non mangiarle subito...si fanno raffreddare.
Potete servirle così. .o con la salsa di pomodoro e basilico...o tra 2 fette di pane bruschettato..o infilate a mò di spiedini alternate a pomodorini ...
O potete passare da me, al ristorante. .le trovate sul menù   :-)
Buona camicia!  :-D

3 commenti:

  1. sento già il profumo, comunque potrei passare da te prima o poi

    RispondiElimina

Buona camicia a te! ^_^